5 consigli di marketing per e-commerce

5 consigli di marketing per mettere il turbo al tuo e-commerce

Il successo di un e-commerce dipende dalla strategia di marketing, perciò se vuoi aumentare le vendite e migliorare i tassi di conversione devi necessariamente adottare tecniche adeguate.

Il marketing strategico si basa su 3 concetti fondamentali:

  • posizionamento
  • educazione
  • vendita

Per raggiungere i tuoi obiettivi devi utilizzare tecniche efficaci, in base al budget a disposizione e ai risultati che vuoi ottenere. Ecco 5 consigli di marketing per il tuo e-commerce.

1. Rafforza il posizionamento

Alla base di un business online c’è sempre il posizionamento del brand. Quando un utente entra nel tuo store online deve capire subito “chi sei, cosa vendi, quali servizi offri e qual è il valore aggiunto del tuo negozio online”.

Qualsiasi intervento di marketing per e-commerce è vincolato al brand, quindi assicurati che il marchio della tua azienda sia conosciuto, forte e abbinato a una serie di valori fondamentali.

Gli utenti devono sapere cosa aspettarsi quando comprano nel tuo store online, ancor prima di accedere alla piattaforma e concludere un acquisto.

2. Utilizza il retargeting

Una tecnica molto efficace di web marketing per e-commerce è il retargeting. Si tratta di un metodo che parte dall’utilizzo analitico dei dati, per profilare ogni utente e inserirlo in processi differenziati.

Per farlo devi usare tutti i dati in tuo possesso, attraverso strumenti come l’e-mail marketing, i sondaggi, le interazioni sui social, le informazioni ottenute con i servizi di assistenza e le recensioni.

Ogni dettaglio è utile per targetizzare gli utenti, in questo modo potrai realizzare campagne personalizzate di advertising e comunicazione, ovviamente rispettando la privacy e le normative vigenti.

3. Cross-selling e upselling

Due ottimi metodi per aumentare la vendite sono rivolte ai clienti già acquisiti, puntando sulla fidelizzazione e l’ottimizzazione delle conversioni. 

Con il cross-selling puoi offrire prodotti correlati, a seconda degli articoli visionati dall’utente nel negozio online e agli acquisti già effettuati in precedenza. 

In questo settore Amazon è uno dei riferimenti più autorevoli, infatti all’interno del marketplace ogni elemento è utilizzato per il cross-selling, cercando di anticipare le esigenze degli utenti e aumentare il valore dell’ordine. Se stai cercando un titolo di un fumetto, ad esempio, Amazon ha una stricia dedicata ad acquisti simili di persone che hanno messo in carrello il titolo che stai cercando ⬇️

un esempio di cross selling su amazon

L’upselling invece prevede la crescita graduale della spesa dei clienti, con il suggerimento di prodotti sempre più costosi e dunque remunerativi. Naturalmente devi essere in grado di realizzare proposte adeguate, con soluzioni valide e di qualità.

Per aumentare le vendite, considera anche di mettere a disposizione dei tuoi utenti il pagamento rateale Soisy: una soluzione efficace, veloce e semplice che può rivelarsi decisiva per invogliare i clienti a effettuare acquisti di importi più consistenti. Inoltre, il pagamento rateale aiuta l’upselling e l’incremento dell’Average Order Value, stimolando a mettere in carrello prodotti via via più costosi, perchè pagandoli a rate l’impatto sul portafoglio e nell’immediato è inferiore.

4. Ottimizza le landing page

Tra le migliori strategie di marketing per e-commerce ci sono le landing page, ovvero le pagine di vendita. Spesso si tende a differenziarle rispetto alle sezioni dello store online, ma si tratta di un errore.

Ogni pagina del tuo e-commerce dovrebbe essere progettata come una landing page con la finalità della vendita.

Per incrementare le conversioni e il fatturato perfeziona la piattaforma, sfruttando tutti gli strumenti a tua disposizione per vendere, dall’uso strategico delle recensioni degli utenti all’inserimento della call to action giuste.

5. Migliora il funnel di vendita

Il funnel di vendita serve per filtrare gli utenti durante i processi di acquisizione dei lead. Tuttavia, molte persone commettono un errore, concentrandosi sull’inclusione e non sull’esclusione.

L’utilità del funnel è maggiore se viene progettato per eliminare gli utenti non in target, in questo modo tutte le persone che arriveranno al termine del processo saranno in linea con gli obiettivi iniziali. 

La gestione dei funnel richiede uno sforzo notevole, sia di risorse tecniche che finanziarie, perciò è indispensabile garantire tassi di conversione elevati una volta concluso il percorso di profilazione (pensa al funnel come a un setaccio, non come un imbuto come viene spesso rappresentato).

Immagini: copertina

Articolo precedente

Articolo successivo

Condividi

Contattaci

supporto@soisy.it

+39 02 8295 6494

Disclaimer

Con nessuno dei nostri articoli offriamo consulenza finanziaria: i dati e le analisi contenuti negli articoli del blog sono a scopo informativo e non costituiscono la consulenza di un esperto.

Voglio saperne di più