Cosa significa la volatilità dei mercati e come proteggersi

La volatilità è un fenomeno del tutto normale che caratterizza qualsiasi tipo di mercato: finanziario, immobiliare, valutario, delle opere d’arte o dell’oro. Si tratta di una dinamica particolarmente complessa da analizzare, tuttavia per investire in modo consapevole è fondamentale comprendere bene il significato di mercato volatile.

La volatilità dei mercati può essere un aspetto positivo o negativo per gli investimenti, ad ogni modo costituisce sempre un fattore di rischio che deve essere valutato prima di investire. Vediamo cosa significa volatilità di mercato, quali sono le cause di tali movimenti e come tutelare i propri investimenti dalle oscillazioni dei mercati per proteggere i propri risparmi.

Cosa si intende con volatilità di mercato

La volatilità indica la variazione dei prezzi in un mercato, in base alle fluttuazioni dei titoli che compongono il mercato stesso. Si tratta in pratica di un indicatore di volatilità, uno strumento utile per capire l’intensità delle oscillazioni dei prezzi degli asset di un mercato. A differenza della volatilità di un singolo titolo, la quale misura le variazioni di prezzo di uno specifico asset come un’azione o una coppia di valute, la volatilità di mercato considera tutti gli strumenti presenti in un determinato mercato.

È possibile pensare alla volatilità dei mercati come a un metro di misura dell’incertezza, con il quale capire quanto un mercato è soggetto a movimenti al rialzo e al ribasso. Ogni tipo di mercato presenta una certa volatilità, la quale può variare in ogni momento, oppure rimanere stabile per un certo periodo per poi aumentare o diminuire. I mercati, infatti, possono salire, scendere o rimanere stabili, in base alle complesse dinamiche che ne condizionano i prezzi.

Ad esempio, la volatilità dei mercati finanziari indica l’intensità delle fluttuazioni dei prezzi dei titoli, come le azioni di un listino come l’FTSE MIB o di un intero mercato azionario come la Borsa Italiana. A livello matematico, la volatilità di mercato esprime la deviazione standard delle variazioni di prezzo, un valore medio indicativo che permette di misurare la volatilità su base giornaliera, settimanale, mensile e così via.

Come funziona un mercato volatile

Un mercato volatile è in realtà un’espressione fuorviante, in quanto tutti i mercati sono soggetti a una certa volatilità, nonostante in alcuni settori e momenti possa essere molto bassa e quasi nulla. La volatilità di mercato rappresenta il movimento dei prezzi degli strumenti o beni che costituiscono un mercato, un indicatore che mostra il livello di rischio che gli investitori devono sostenere per investire in quel mercato.

  • Cosa significa volatilità elevata dei mercati? Indica un momento in cui le oscillazioni dei prezzi sono molto ampie, con rialzi e ribassi considerevoli e frequenti che causano una generale incertezza sull’andamento degli investimenti. 
  • Cosa vuol dire bassa volatilità dei mercati? Significa che il mercato sta attraversando un periodo di relativa stabilità, con poche oscillazioni dei prezzi, offrendo maggiore certezza sul potenziale rendimento degli investimenti e un rischio generico più basso.

Le cause della volatilità sono molteplici e spesso interconnesse tra loro, per questo l’analisi della volatilità è un’attività molto complessa e richiede strumenti e competenze adeguate. La volatilità può essere determinata dalla mancanza di regolamentazioni come avviene nel mercato delle criptovalute, dalla speculazione, da un generale senso di incertezza, da una crisi economica improvvisa, oppure da un cambiamento come la transizione energetica verso le fonti rinnovabili. 

Come si misura la volatilità di mercato

Il calcolo della volatilità si effettua in modo matematico, misurando lo scostamento dei prezzi dai valori medi. Se ad esempio un mercato presenta una volatilità del 20%, significa che il valore degli asset che compongono il mercato si sono mossi in media del 20% rispetto al prezzo medio. Questo valore percentuale viene calcolato attraverso dei modelli matematici, tuttavia esistono strumenti che semplificano la vita agli investitori e forniscono delle indicazioni immediate sul livello di volatilità.

Ad esempio, l’indice di volatilità VIX mostra le fluttuazioni dei prezzi del mercato azionario statunitense, per capire se sta attraversando un momento di turbolenza o di stabilità. È calcolato sull’indice S&P500, il quale comprende le prime 500 società quotate alla Borsa di New York per valore di capitalizzazione di mercato. In Europa è disponibile invece il VStoxx, un indice di volatilità dei mercati azionari europei calcolato sull’EuroStoxx 50, l’indice che riunisce le prime 50 società europee quotate con la maggiore capitalizzazione di mercato. 

Ovviamente esistono altri indicatori di volatilità di mercato, strumenti utilizzati dagli investitori per rilevare le oscillazioni dei prezzi e comprendere l’intensità degli scostamenti. Alcuni investitori preferiscono investire soltanto quando i mercati sono poco mossi e relativamente stabili, per correre meno rischi e usufruire di rendimenti più sicuri. Altri invece prediligono la volatilità per realizzare investimenti speculativi, sfruttando i forti movimenti dei prezzi per effettuare operazioni di breve termine. 

Come proteggersi dalla volatilità dei mercati finanziari

I mercati finanziari sono perennemente esposti alla volatilità, un fenomeno che, come abbiamo visto, in alcuni momenti può essere più marcato e in altri più contenuto. Un incremento della volatilità significa vedere il proprio capitale investito aumentare e perdere valore in modo molto rapido, ad esempio guadagnando un giorno il 10% e perdendo il 15% quello successivo. Questi movimenti rendono difficile pianificare investimenti di lungo termine, in quanto diventa complicato stabilire il possibile rendimento ottenibile al termine dell’investimento.

Inoltre, la volatilità aumenta i rischi degli investimenti, poiché una maggiore incertezza riduce la possibilità per gli investitori di stimare il rendimento potenziale finale. Per proteggersi dalla volatilità esistono degli investimenti non esposti alle oscillazioni dei mercati finanziari, con i quali è possibile pianificare con maggiore serenità i propri investimenti. Si tratta di soluzioni come il P2P lending, ovvero i prestiti tra privati, una valida alternativa per chi desidera un rapporto rischio/rendimento più facile da gestire e un profitto sostenibile

Investimenti Soisy e volatilità di mercato

Soisy si occupa di peer-to-peer lending legato agli acquisti negli e-commerce convenzionati, una soluzione circolare con la quale dei privati finanziano gli acquisti online di altri privati presso determinati store online. Se non conosci il nostro progetto qui puoi trovare maggiori informazioni, altrimenti puoi leggere le opinioni di alcuni clienti che investono con noi di Soisy e hanno espresso il loro giudizio su questo servizio. 

Il social lending Soisy permette di investire con rendimenti lordi annui attesi dal 4% all’8%, non collegati all’andamento e alla volatilità dei mercati finanziari. Si tratta di investimenti che offrono rendimenti remunerativi a fronte di una bassissima volatilità, inoltre con la Garanzia di Rendimento è possibile tutelarsi dal rischio insolvenza a fronte di un rendimento leggermente più basso. Naturalmente, come in ogni investimento i rischi non mancano ed è importante esserne consapevoli: qui una pagina in cui abbiamo elencato tutti i rischi degli investimenti nel P2P lending Soisy, e relative azioni correttive che mettiamo in atto per limitarli.

Con noi di Soisy puoi investire a partire da appena 10 euro in modo inclusivo, chiaro e trasparente, senza costi nascosti e senza preoccuparti delle tasse perché ce ne occupiamo noi in qualità di sostituto d’imposta. Siamo anche un Istituto di Pagamento autorizzato e vigilato da Banca d’Italia, un aspetto che garantisce la massima sicurezza e affidabilità. Inoltre, puoi liquidare i tuoi investimenti in qualsiasi momento sul mercato secondario, senza penali o costi aggiuntivi per ritirare i tuoi risparmi vendendo i prestiti sul mercato secondario, e recuperare così il capitale investito se ne avessi bisogno. 

Copertina: immagine su pexels di AlphaTradeZone

Articolo precedente

Articolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

78 ÷ = 78

Condividi

Contattaci

supporto@soisy.it

Disclaimer

Con nessuno dei nostri articoli offriamo consulenza finanziaria: i dati e le analisi contenuti negli articoli del blog sono a scopo informativo e non costituiscono la consulenza di un esperto.

Voglio saperne di più

Ciao!

Siamo on line dal lunedì al venerdì dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 17.30

Scrivici in questi orari, grazie!