Rateizzazione Soisy: quali documenti servono?

“Quali documenti servono per fare la richiesta di finanziamento online con Soisy?”

È una domanda, questa qui su ⬆ ⬆ ⬆, che ci sentiamo chiedere spesso in chat o che ci chiedono i nostri partner (prima di diventarlo): sarà complicato chiedere la rateizzazione con Soisy? Complicato quanto?

Abituati come siamo alle lungaggini e scartoffie bancarie, quali millemila documenti saranno richiesti stavolta per poter pagare anche solo 250€ in 3 rate da 85,36€? L’ennesima corsa ad ostacoli da farti passare la voglia prima ancora di chiederlo, il pagamento rateale?

Ecco, vogliamo rassicurarvi: assolutamente no, e per onor di cronaca e trasparenza ve li diciamo tutti prima, gli “incartamenti” che servono per pagare a rate con Soisy.

Che, per onor di stessa cronaca, non sono “incartamenti”: Soisy è 100% online e non è richiesta nessuna stampa, scansione o qualsivoglia versione cartacea di documenti.

Si fa tutto in maniera veloce dal pc o dallo smartphone: semplice e anche eco-sostenibile 😉

Ma prima di passare in rassegna i documenti da tenere a portata di man.. ops, di smartphone/pc, una doverosa premessa su cosa fa Soisy e quando e perchè chiede determinati documenti (in versione digitale) in caso di pagamento rateale.

Come e cosa fare per chiedere un pagamento rateale con Soisy?

Soisy è una piattaforma di social lending che permette di fare investimenti online finanziando acquisti di beni e servizi presso e-commerce, negozi fisici e professionisti nostri partner.

In questo modo chi vuole acquistare a rate uno strumento musicale, o attrezzatura sportiva può farlo direttamente dal carrello dell’e-commerce, selezionando il pagamento rateale tra le opzioni di pagamento

A quel punto si viene reindirizzati in un’applicazione (ambiente Soisy protetto e dedicato a ciascun e-commerce/negozio), in cui è possibile chiedere la rateizzazione di un bene/servizio inserendo pochissime info.

Quali informazioni inserire per chiedere il pagamento rateale con Soisy?

Nel giro di 6 schermate, bisogna inserire:

  • codice fiscale
  • tipo di lavoro
  • tipo di contratto lavorativo
  • data inizio lavoro 
  • data fine lavoro (questa info viene chiesta SOLO per contratti a tempo determinato, per gli indeterminati questa informazione non viene richiesta)
  • email
  • n° cellulare
  • nome
  • cognome
  • indirizzo, civico, cap, città, provincia
  • residenza
  • tipo di residenza (affitto, casa dei genitori, mutuo,…)
  • da quando?
  • n° figli
  • titolo di studio
  • guadagno annuale lordo
  • spuntare o meno flag delle Persone Politicamente Esposte

E se la riochiesta viene accettata poi vanno indicati:

  • IBAN del conto corrente dove si vuole che vengano addebitate le rate, intestato a chi chiede il finanziamento
  • tipo documento, numero , data di emissione e scadenza.

Dopo aver inserito i riferimenti del documento di identità si passa alla schermata successiva, in cui i documenti devono essere caricati online.

Quali documenti servono per chiedere di pagare a rate con Soisy?

rateizzazione Soisy: quali documenti servono?

Dopo aver inserito le informazioni citate al paragrafo precedente, serve caricare i seguenti documenti online:

  • un selfie con un gesto della mano: è importante scattare una foto in primo piano che ritragga in maniera chiara e riconoscibile chi sta richiedendo il pagamento rateale e in cui sia altrettanto riconoscibile e visibile un gesto della mano che il sistema richiederà in maniera randomica. Il selfie ha lo scopo di dimostrare chi sta richiedendo il pagamento rateale, mentre il gesto random serve per irrobustire il sistema contro eventuali tentativi di truffa: qui vi mostriamo un esempio di come farsi un selfie con il gesto della mano richiesto dal sistema 😉
  • un documento di identità valido (fronte e retro, in formato leggibile): è possibile usare la carta di identità (sia versione cartacea che digitale) oppure la patente o il passaporto
  • il codice fiscale (in formato .jpeg o .pdf, sempre sia fronte che retro, leggibile): si può usare il tesserino del codice fiscale o la nuova tessera sanitaria
  • un documento di reddito, ma non sempre! Su questo ci riserviamo di fare un piccolo approfondimento, che rimandiamo al prossimo paragrafo.

Serve allegare un documento di reddito? Quale e quando?

Per ottenere la possibilità di pagare a rate con Soisy è necessario allegare (ma non sempre!) un documento di reddito che serve a identificare il cliente e a dimostrare la sua condizione lavorativa e reddituale.

La documentazione, per importi inferiori a 4.000€, va allegata o meno in base al merito creditizio di chi richiede la rateizzazione: il nostro motore di rischio è intelligente e in situazioni di buon merito creditizio non viene richiesto il documento di reddito, che invece va caricato in tutti gli altri casi (e comunque sempre per importi superiori a 4.000€).

Ecco perché nella richiesta di pagamento rateale con Soisy diciamo sempre di tenere a portata di mano un documento che dimostri il reddito percepito da chi sta chiedendo la rateizzazione: potrebbe servire, ma nei casi migliori e per acquisti entro i 4.000€, vi semplifichiamo la vita e non vi chiediamo nemmeno di allegarlo!

In tutti i casi in cui, invece, il nostro sistema richiede di allegare il documento di reddito, è possibile caricare online:

  • l’ultima busta paga, per i lavoratori dipendenti
  • l’ultima dichiarazione dei redditi (730 oppure Modello Unico), per i liberi professionisti
  • il CUD o cedolino della pensione o il modello OBIS, per i pensionati.

Last but not least… vi ricordiamo anche ⬇ ⬇ ⬇

I requisiti necessari per poter chiedere una rateizzazione con Soisy

Soisy è una piattaforma di social lending: questo significa che il denaro che il richiedente riceve e che diamo direttamente al partner presso cui si sta facendo l’acquisto, è di altre persone che finanziano la richiesta di rateizzazione.

Si tratta di persone e famiglie che stanno investendo i loro risparmi prestandoli ad altre persone, per finanziarne sogni e progetti. Lo fanno ovviamente anche per gli interessi che ne derivano: gli interessi che chiediamo per la richiesta di rateizzazione (esclusa la commissione Soisy – 1/3% dell’importo finanziato, a seconda del merito creditizio del cliente –) vanno infatti a remunerare l’impegno degli investitori a finanziare l’acquisto di beni e servizi dei richiedenti del nostro marketplace.

Per tutelare il capitale dei nostri investitori, abbiamo previsto requisiti molto stringenti per chi chiede il pagamento rateale con Soisy, e cioè:

  • essere una persona fisica (non sono concessi finanziamenti a persone giuridiche)
  • residente in Italia da almeno 3 anni
  • di +18 anni
  • con disponibilità di un conto corrente bancario (serve indicare un IBAN a cui addebitare il pagamento mensile della rata)
  • con reddito regolare e dimostrabile
  • con un buon merito creditizio (chi ha subìto segnalazioni o protesti presso le banche dati creditizie come CRIF non può chiedere il pagamento rateale con Soisy).

Vi ricordiamo, infine, che l’importo minimo finanziabile a rate con Soisy è di 100€ fino a un massimo di 15.000€, da ripagare in minimo 3 e massimo 60 rate (ma ogni partner negozio fisico, e-commerce o professionista che sia può scegliere un numero di rate massime inferiore: il nostro intento è infatti far pagare meno interessi possibili ai richiedenti e per questo, d’accordo con i partner, cerchiamo di non dilazionare troppo l’opportunità di pagamento, ovviamente in base agli importi e ai ticket medi dei nostri partner).

Articolo precedente

Articolo successivo

6 thoughts on “Rateizzazione Soisy: quali documenti servono?

  1. Salve Io ho un negozio vorrei dare un servizio di rateizzazione per chi acquista delle bici da me, è possibile avere il Vs servizio

    1. Giorgia ha detto:

      Buongiorno,
      la nostra attuale strategia commerciale non prevede l’attivazione di aziende che operano con canali di vendita esclusivamente offline.
      In bocca al lupo per la tua ricerca e buon lavoro 🙂

  2. salvatore ha detto:

    buona sera o provato a chiamare ma si dice che il serviaio e sospeso ,o un ordine sospeso .il mio nome e liccardi salvatore vorrei sapere cosa dovrei fare ? grazie

    1. Giorgia ha detto:

      Ciao Salvatore,
      scusaci il ritardo ma non facciamo assistenza tramite blog e quindi non lo controlliamo spesso; ti abbiamo mandato un link per riprendere la richiesta di pagamento rateale da dove l’hai interrotta; scrivici pure in chat o a supporto@soisy.it per ogni dubbio.

      Grazie mille e buona serata 🙂

  3. Nicolò ha detto:

    Buonasera,

    é possibile accedere ad un finanziamento con soisy per acquisti in negozi in Italia avendo un conto corrente straniero? Se si, ci sono dei costi (commissioni) aggiuntivi?

    Grazie

    1. Giorgia ha detto:

      Ciao Nicolò,
      scusaci il ritardo ma non facciamo assistenza tramite blog e quindi non lo controlliamo spesso; per le prossime volte ti suggeriamo la chat in basso a destra sul sito o di scrivere a supporto@soisy.it. In ogni caso per fare una richiesta con il nostro pagamento rateale devi avere codice fiscale e indirizzo italiano da inserire. Se l’IBAN è estero (a parte n26 e Revolut) ti chiediamo, come info aggiuntiva, solo se per te è ok che le rate siano pagate in euro. Infine, chiediamo info in più sulla residenza, perché non potete inserire un’eventuale residenza estera nel sistema. Insomma: solo info aggiuntive semmai, ma nessun costo in più 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi

Contattaci

supporto@soisy.it

Disclaimer

Con nessuno dei nostri articoli offriamo consulenza finanziaria: i dati e le analisi contenuti negli articoli del blog sono a scopo informativo e non costituiscono la consulenza di un esperto.

Voglio saperne di più